Laser in Odontoiatria

Home / Laser in Odontoiatria

Il laser è diventato una parte integrante della medicina moderna, basti pensare all’oftalmologia, alla dermatologia e alla chirurgia estetica. Anche nell’odontoiatria, grazie al laser, oggi è possibile effettuare dei trattamenti “dolci” in modo veloce, non invasivo ed indolore che nei tempi passati avrebbero richiesto interventi più pesanti.

Come funziona un laser?

Laserbehandlung Zahnarzt
Durante il trattamento con il laser il paziente ed il  team portano occhiali speciali per proteggere gli occhi

Il laser emette un fascio di luce estremamente coerente che, al contrario della luce che conosciamo in natura, possiede solamente una lunghezza d’onda. Grazie all’energia che trasporta, il laser ha diversi effetti sui tessuti, che vanno dal taglio chirurgico fino alla stimolazione della guarigione delle ferite. Variando il dosaggio del raggio, è possibile fare diversi tipi di trattamento.

Nel nostro studio si adoperano due tipi di laser:

  • Un laser a diodi pulsato della nuova generazione. Questo ORA-LASER-JET prodotto dalla ORALIA è specialmente indicato, con la sua lunghezza d'onda di 810nm, per il trattamento dei tessuti molli. Durante il taglio con il laser, i tessuti vengono sigillati. Pertanto il sanguinamento intraoperatorio è praticamente nullo, ed in molti casi non è nemmeno necessario un punto di sutura. Inoltre, la sensazione di dolore è molto ridotta. La rimarginazione delle ferite è particolarmente rapida e avviene senza complicazioni. Nel nostro Studio specializzato in parodontologia ed implantologia, apprezziamo molto i vantaggi di questa tecnologia moderna.ORALIA
  • Un soft laser PACT a lunghezza d'onda di 635 nm per la terapia fotodinamica (PDT) della parodontite

Quali trattamenti possono essere effettuati con il laser?

La terapia fotodinamica (PDT) apre nuovi orizzonti nel trattamento della malattia parodontale. Dopo la rimozione del tartaro e della placca un colorante fotosensibile viene introdotto nella tasca parodontale e irradiato con una sottile sonda laser. In questo modo ossigeno singoletto è formato che è ricco di energia e uccide i germi parodontali aggressivi creando così le condizioni per una guarigione della malattia parodontale. Studi scientifici hanno dimostrato che la terapia fotodinamica migliora significativamente la prognosi della malattia parodontale e rende superflua la chirurgia in molti casi.

Ulteriori informazioni sulla terapia parondontale.

Molte persone soffrono di questa piaga ricorrente e dolorosa che può arrivare a ridurre la qualità di vita. Con il laser possiamo offrire per la prima volta un rimedio efficace. Durante lo stadio iniziale di un herpes labialis o di un’afta della mucosa orale, viene effettuata una radiazione laser a bassa energia (Soft-Laser), completamente indolore. Grazie all’effetto della stimolazione tissutale da parte del raggio laser, si ottiene una notevole riduzione della sensazione dolorosa ed una guarigione più veloce. Se le lesioni sono già manifeste, si ricorre ad un trattamento laser con energia più elevata, carbonizzando superficialmente le vescicole. Ciò comporta un grande sollievo, specialmente per le persone che soffrono frequentemente di queste lesioni fastidiose.

Con una leggera anestesia locale possono essere rimossi dei frenuli gengivali, come pure ingrossamenti della gengiva (epulidi), in modo indolore, senza bisturi, né sanguinamento, né punti di sutura.

Con una sonda in fibra di vetro molto sottile (ø 0,2 mm), è possibile introdurre il raggio laser nel canale radicolare contaminato ed eliminare completamente i germi. In questo modo il trattamento radicolare è più veloce e sicuro.

Fino ad poco fa, contro questo problema non c’era alcun rimedio. I dentifrici e collutori speciali deludevano spesso le aspettative. Adesso, con una sola seduta di trattamento laser è possibile rimediare in modo duraturo.

Nella protesi fissa, la chiusura ermetica della corona è molto importante. E’ necessaria un’impronta assolutamente precisa per ottenere una corona (capsula) veramente perfetta. Un trattamento laser della gengiva prima della presa d’impronta può contribuire a migliorare la precisione del manufatto.

L’implantologia è uno dei campi più importanti per l’utilizzazione del laser a diodi. La riapertura della gengiva sopra gli impianti dentali dopo la fase di guarigione, e la modellazione gengivale nella zona visibile fanno risparmiare al paziente molto tempo, ed un ulteriore intervento doloroso. Anche per il trattamento della periimplantite (infiammazione dei tessuti che circondano un impianto), il laser costituisce la terapia migliore.

Nei pazienti con disordini coagulativi, per esempio a causa del farmaco Coumadin (Marcoumar, Warfarin), il laser rende possibili molti interventi chirurgici grazie all’assenza di sanguinamenti durante l’operazione

Può il laser sostituire il trapano del dentista?

Da anni vengono presentati sempre nuovi laser dentali dedicati ai tessuti dentari duri, che dovrebbero sostituire il trapano tradizionale. Fino ad ora nessuno di questi apparecchi ha potuto soddisfare le alte aspettative. Noi seguiamo lo sviluppo di questo settore con molto interesse, e saremo fra i primi ad adottare questa tecnologia, appena sarà matura e collaudata in modo soddisfacente.